Silvana Banacchioni

Silvana Banacchioni

Silvana-Banacchioni
area d'esperienza
  • Selezione del personale
  • Sviluppo del personale
  • Bilancio di competenze
  • Formazione
  • Comunicazione interna
studi
  • Laurea in Psicologia
  • Diploma in Grafoanalisi

Ha maturato un’esperienza trentennale nella gestione e sviluppo delle risorse umane in aziende pubbliche e private.
É entrata in Coop Liguria con l’incarico di riorganizzare il servizio di Selezione e Formazione della divisione supermercati (ca. 2000 dipendenti).
É stata capo progetto di attività complesse che prevedevano la selezione e l’integrazione di nuove figure aziendali, con la valutazione del potenziale e la creazione di percorsi formativi ad hoc per la loro crescita professionale.

Si è occupata per molti anni di Pari Opportunità e Diversity Mgmt.
Docente sui temi relativi alle competenze trasversali e sono stata Responsabile del processo di introduzione in azienda della modalità formativa in E-learning.

Ha sviluppato competenze nell’area della comunicazione, dalla redazione dell’House-organ, all’Indagine del clima aziendale (organizzazione, stesura dei questionari, lettura e interpretazione dei dati).

Da alcuni anni è nel Direttivo Nazionale e tesoriera del chapter Genova EWMD – European Women’s Management Development – un network internazionale fondato nel 1984 a Bruxelles. Un’associazione voluta dalle donne con l’obiettivo di incrementare le proprie competenze per lo sviluppo professionale. Attualmente il network è presente in quattordici paesi tra cui l’Italia. Il nostro impegno è rivolto a sostenere la crescita delle donne che investono nella propria professione attraverso la valorizzazione della diversità e lo sviluppo delle proprie competenze.

dettagli di contatto

Profili Social

Come possiamo aiutarti?

Contattaci per avere più informazioni sui nostri servizi e per inviarci una mail tramite il nostro modulo di contatto.

È necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci e non combattere ciò che è diverso, che è “altro” da noi.

Nilde Iotti